Friday, July 28, 2006

LASCIATECI LAVORARE

In questi giorni a Gorizia e penso anche in altre città(mi piacerebbe saperlo da voi)si ripresenta l'annoso problema della confusione che alcuni locali fanno nel centro delle città.
Io ho un piccolo locale che fà fatica a decollare e oltre a questo mi devo scontrare con i miei vicini
che nn mi lasciano lavorare in pace perchè dicono che la confusione che io faccio con la musica dal vivo o che i miei clienti per combattere il caldo stando fuori a fumare una sigaretta o bere un calice di vino,disturbino il loro prezioso sonno.
Molti locali di Gorizia stanno subendo continue chiamate della polizia o raccolte di firme per ottenere nn si sà cosa.
Noi commercianti con tutte le licenze a posto o con i permessi per la musica dal vivo dobbiamo subire l'ira di poche persone rischiando di dover chiudere i nostri locali alle 9 di sera o giù di li e vanificare gli sforzi di vivacizzare questa città,e di nn incassare come ci si aspettava e quindi di mettere a rischio il lavoro di molte persone e di penalizzare l'intero indotto.
Aspetto i vostri commenti e magari i suggerimenti per risolvere pacificamente nel rispetto di tutto questo problema che ci affligge e che purtroppo si aggiunge a tutti gli altri già presenti.
Ciao da AURELIO

4 Comments:

Blogger I want to live in thailand said...

conosco il problema da vicino avendolo vissuto

la situazione da voi è quasi paradossale...

purtroppo la legge sul fumo a portato anche a questo problema

cmq secondo il mio modesto parere qualche volta bisogna cercare il dialogo con i vicini...

viva

9:03 AM  
Blogger alice e il vino said...

Ciao Aurelio,
purtroppo credo che Marco abbia ragione...l'unica soluzione è cercare un dialogo anche se nella maggior parte dei casi è IMPOSSIBILE...!
Per esperienza personale, posso dirti che ti capisco benissimo....l'unica soluzione potrebbe essere quella di riunire tutti i locali che Subiscono continue incursioni della polizia, mentre stanno LAVORANDO, sentendosi trattare come delinquenti e cercare una soluzione con chi si lamenta..... insomma, una sorta di patto per cui :: io non rompo le pa°°e a te e tu non rompi più le pa°°e a me :-)
ciao, a presto

9:24 AM  
Anonymous Anonymous said...

ciao aurelio,sn tuo fratello.penso ke 6 stato sfigato ad avere dei vicini cosi rompicogl...i.l'unica soluzione è parlare cn i vicini e magari invitarli a bere del buon vino.lo sò ke è impossibile ma cm dicono Marco e Alice è l'unica soluzione..ti voglio bene.stefano

9:09 AM  
Blogger totokamen said...

mi pare di capire che sia un problema conclamato nel nord-est.
anche a Trieste alcuni locali speculari al tuo nella proposta fanno fatica ad andare avanti perchè quasi vessati da vecchine che dopo cena (19.30) vogliono dormire (20.30)....sono stato in giro per l'italia e in modo particolare nella mia amata Sicilia...e devo costatare che il problema non sussiste...amo trieste ma faorse citando un mio amico triestino...è proprio la citta' del "no se pol" ;)
in bocca a lupo per settembre e oltre

11:41 PM  

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home